Spett.li

Organizzazioni o Associazioni

di categoria dei tassisti milanesi

 

loro sedi – spedita a mezzo e-mail

Oggetto:   Adeguamento tariffe taxi 2022 ed indicazioni operative aggiuntive.

 

In attuazione delle vigenti disposizioni regionali in materia di tariffe taxi, con Deliberazione Giunta Regionale n° XI/6190 del 28/03/2022, è stato determinato il valore dell’incremento tariffario per l’anno 2022 in misura pari al 5,00% da applicarsi a parametri base del costo chilometrico ed orario sui tassametri e sugli altri elementi direttamente correlati a tali valori oltre alla variazione dei costi iniziali festivo e notturno.

 

I nuovi valori tariffari, che, dovranno essere programmati sui tassametri con decorrenza 1° Luglio 2022, sono riportati nella tabella allegata alla presente lettera.

 

Le operazioni di aggiornamento e di controllo dei tassametri avranno inizio giovedì 12 Maggio 2022. Il calendario delle operazioni sarà predisposto dalla scrivente Unità, la quale provvederà a comunicare a mezzo e-mail (abbinata al sistema 02-7777) ai titolari di licenza la data in cui dovranno tassativamente presentarsi per l’adeguamento ed a consegnare alle Officine i tabulati contenenti il riepilogo degli appuntamenti. Le operazioni si effettueranno dalle ore 8:30 alle 12:30 e dalle ore 13.30 alle 17.30 dal lunedì al venerdì feriali.

 

Entro la prima data di avvio delle operazioni, inoltre, le Ditte in indirizzo dovranno depositare presso lo scrivente servizio il listato del programma tariffario, riferito ad ogni modello di tassametro in uso, sia su supporto cartaceo che informatico, al fine di consentire eventuali verifiche successive circa la regolarità degli strumenti.

 

Le operazioni di adeguamento tariffario verranno effettuate direttamente dalle Officine autorizzate all’ installazione dei tassametri.

 

Durante il periodo di adeguamento tariffario, oltre la programmazione giornaliera, potranno essere uniformati anche ed esclusivamente i tassametri montati su vetture di prima immatricolazione taxi o interessate dal trasferimento della licenza di esercizio abbinata alle stesse.

 

Oltre a raccomandare vivamente di attenersi alla programmazione assegnata, si precisa che il costo per l’adeguamento di cui sopra è incluso nel canone di manutenzione annuale e che quindi non sono previste spese a carico dei titolari di licenza.     

 

Contestualmente all’intervento di cui sopra, come convenuto, sui tassametri e sulla strumentazione obbligatoria inerente il servizio dovranno essere attuate le seguenti misure:

 

  1. Sulla vettura in servizio, indipendentemente dall’accensione delle luci di posizionamento o dei fari del veicolo, il segnale luminoso “TAXI” deve essere sempre acceso quando il tassametro è nella posizione “Libero” e spento con il tassametro in posizione “Occupato/Tariffa” o “Cassa”;
  2. Il passaggio dalla posizione ”Tariffa” a “cassa” potrà essere effettuato anche con veicolo in movimento, ma solo con velocità inferiore a 50km/h; deve fare regredire il tassametro al parametro km. base della tariffa, attualmente pari a € 1,10/km indipendentemente dalla progressione tariffaria raggiunta dallo strumento.

 

Si coglie inoltre l’occasione per richiamare l’attenzione in merito alle precedenti comunicazioni relativa ad altre funzioni, installazione, posizionamento e sigillatura dei tassametri, quali in particolare:

 

  1. Il tassametro deve essere predisposto per indicare – in stato di servizio – solo le funzioni tariffarie programmate. Tutte le altre funzioni, quali informazione di programmazione e/o totalizzatori vari, dovranno essere rilevabili solo con lo strumento privo del sigillo comunale e comunque non dovranno essere modificabili da parte del conducente/titolare del veicolo.

 

  1. L’indicatore del tempo di durata della cassa deve segnalare solo i minuti primi e non i secondi; tale indicazione è comunque subordinata all’esistenza della scritta “Tempo/Time” posta in modo da rendere la stessa inequivocabile.

 

  1. Il tassametro deve essere installato in modo da non essere rimosso se non con la rottura del filo di sigillatura; devono essere collocati in posizione sempre visibile da parte degli utenti, sopra il cruscotto delle autovetture o, comunque, in posizione non inferiore al lato superiore del piantone del volante di guida;

 

  1. I montaggi dei tassametri sulle vetture nuove ed usate destinante a sostituire i taxi già in circolazione, devono essere effettuati a seguito di specifica autorizzazione rilasciata dall’ Unità Autopubbliche. In ogni caso, il montaggio sulle vetture da sottoporre a collaudo per ottenere l’immatricolazione ad uso pubblico deve essere provvisorio, con tassametri privi pertanto degli allacciamenti che consentono gli scatti tariffari;

 

Tutto ciò premesso, si invitano le Imprese in indirizzo installatrici dei tassametri, in accordo con i rispettivi costruttori degli stessi, a voler provvedere a quanto necessari per l’adeguamento degli apparecchi tassametri installati sulle autopubbliche di Milano.

Ringraziando per la gentile collaborazione, distinti saluti.

Il Responsabile dell’ Unità Gabriele Biolzi

 Il Dirigente Responsabile Dott.ssa Elena Sala