In data 26 maggio 2020 siamo stati finalmente convocati ad un incontro in REGIONE LOMBARDIA.

Questa convocazione arriva dopo molteplici lettere e, come invita il Garante sugli scioperi nei servizi essenziali nella sua risposta, dopo la proclamazione del fermo del servizio per il giorno del 3 giugno 2020.

L’incontro ha visto la presenza dell’assessore Claudia Maria Terzi, dell’assessore Alessandro Mattinzoli, dell’assessore Riccardo de Corato e alla presenza del dr. Giovanni Bocchieri.

Le Organizzazioni si sono presentate con un documento unitario che richiedeva sostanzialmente un sostegno da parte della Regione Lombardia al comparto TAXI o al settore del Trasporto Pubblico non di Linea in generale. e al tavolo tutti gli interventi si sono attenuti a questa richiesta, spiegando agli Assessori presenti le reali difficoltà odierne degli operatori, fermi ai posteggi a elemosinare una corsa di quel 5/10 % di Clienti richiedenti il servizio. Si è specialmente fatto presente che un servizio i cui numeri sono calcolati su un flusso massiccio di turisti e business-man, chiusi i collegamenti con le altre regioni e quelli internazionali è sovra dimensionato e rischia il COLLASSO. Si è ricordato il titolo V della Costituzione e l’art 1 della legge Regionale del 2012 dove vi sono gli impegni a sostenere  un servizio ritenuto essenziale, tante che non è stato neanche fermato durante l’emergenza.

L’incontro, partito con la negazione da parte dei Rappresentanti la Regione di sostegni a Fondo Perduto, ha poi trovato attraverso il civile confronto spiragli, che andranno affinati da parte dei Funzionari della Regione, con l’impegno a reperire fondi nelle pieghe dei Capitoli di spesa regionali o nei fondi Europei.  In ultimo l’incontro si è chiuso con un arrivederci entro 48/72 ore a vagliare le possibili proposte da parte della Regione alla Categoria.

Questo il comunicato finale del Nostro Sindacato con altre Sigle Storiche : 2020_Comunica a Categoria_5.26_incontro in Regione