INFORMAZIONE PER GLI ASSOCIATI

Accedendo all’area soci è possibile visualizzare il testo  del ricorso al TAR presentato dalle associazioni di categoria contro il comune di Milano per il  bando di nuove  licenze di servizio.

Se sei registrato accedi alla tua area riservata tramite le tue credenziali oppure se non sei registrato e se socio S.A.Ta.M. clicca sul tasto registrati e segui le istruzioni.

COMUNICATO AGLI ASSOCIATI DEL 08 FEBBRAIO 2024

Oggi 8/2/24 incontro programmato al MIT in concomitanza con il settore Noleggio.
All’incontro era presente il Ministro Salvini, il quale nella sua introduzione ha confermato l’intenzione da parte del Governo di chiudere con la vertenza dei Decreti attuativi e DPCM sulla regolamentazione delle piattaforme entro la fine del mese di marzo 2024.
L’emanazione di tutti i provvedimenti sarà contemporanea; l’oggetto del primo incontro di oggi verteva soprattutto sulla costituzione del REN ( registro elettronico Nazionale ) i prossimi incontri a cadenza settimanale saranno programmati per il confronto con gli altri argomenti in sospeso.
Dopo tanti anni d’attesa registriamo segnali positivi di dialogo e auspichiamo che questa volta possano essere rispettati i tempi previsti.

S.A.Ta.M.

AVVISO ATTIVAZIONE ZTL TREZZANO S/N

Avviso importante, A partire dal 15 marzo 2024 sarà attivata la ZTL.

In particolare, terminato l’iter sperimentale e burocratico sarà attiva la ZTL del comparto Goldoni, Colombo, Pirandello, Cervi.

I residenti, i lavoratori e tutti i portatori di interesse nella area della ztl e della zona limitrofa (delimitata da via Colombo, via Monteverdi, via Cavour, via per Milano, via Fermi) potranno chiedere l’autorizzazione al transito inviando una e-mail a polizialocale@comune.trezzano-sul-naviglio.mi.it indicando nome, cognome, via di residenza, targa del veicolo ed allegando copia della carta di circolazione del veicolo stesso.

Dal 1° febbraio, le scritte di ZTL attiva e ZTL non attiva appariranno sui monitor agli orari stabiliti ovvero attiva dalle 24 alle 5 e non attiva nel resto della giornata.
Tale attività è per svolgere il periodo di “test” richiesto dal ministero prima di partire con l’esecuzione delle sanzioni, che appunto avverranno a partire dal 15 di marzo p.v.26917:08

 

COMUNICATO AGLI ASSOCIATI DEL 10 GENNAIO 2024

Le scriventi Associazioni di Categoria e Organizzazioni Sindacali, TAM, SATaM e UNIONE ARTIGIANI, unitamente ai radiotaxi 024040 e 028585 informano la categoria di aver presentato ricorso al Tar Lombardia per l’annullamento, in parte qua, della deliberazione della Giunta Comunale n. 1503 del 9 novembre 2023 del Comune di Milano, avente ad oggetto “linee d’indirizzo per l’attivazione, in via temporanea e sperimentale, di misure riguardanti l’esercizio dell’attività di conducente aggiuntivo per conto di titolari di licenza taxi (cd. seconda guida) e per l’indizione di un concorso straordinario per il rilascio, a titolo oneroso, di nuove licenze da assegnare ai soggetti in possesso dei requisiti stabiliti dall’art. 6 del-la L. n. 21/1992, in coerenza con quanto stabilito dall’art. 3 c. 2 del D.L. n. 104 del 3 agosto 2023 convertito con Legge n. 136/2023”.

Il nostro scopo è che sia applicata la legislazione vigente qualora si intendano rilasciare nuove licenze e che, per l’effetto, sia tutelata la nostra categoria.

È evidente, infatti, come il Comune di Milano abbia palesemente disatteso il decreto-legge n. 104/2023, quantificando un contributo per il rilascio delle nuove licenze (da destinarsi – per legge – a ognuno di noi) inferiore di circa il 50% (se non anche di più, a causa di scontistiche assurde) rispetto all’attuale valore di mercato delle licenze stesse. Tale decisione – avallata incredibilmente anche dall’Autorità di Regolazione dei Trasporti – costituisce una evidente violazione di legge e mina l’intero bilanciamento del sistema per superare l’emergenza trasporti ideato da Governo e Parlamento nell’estate scorsa.

Sia chiaro: le scriventi non operano una valutazione tipo politico in questa sede; né giudicano la correttezza o meno dell’operato del Legislatore; bensì si limitano a chiedere che l’Amministrazione Comunale di Milano applichi la legge (e non solo la parte della legge che più le conviene).

Per tali ragioni siamo fiduciosi che il Tar Lombardia corregga l’operato del Comune e lo riporti nei binari che la normativa impone.

TAM – S.A.Ta.M – UNIONE ARTIGIANI DELLA PROVINCIA DI MILANO – Radiotaxi 024040 -Radiotaxi 028585Le scriventi Associazioni di Categoria e Organizzazioni Sindacali, TAM, SATaM e UNIONE ARTIGIANI, unitamente ai radiotaxi 024040 e 028585 informano la categoria di aver presentato ricorso al Tar Lombardia per l’annullamento, in parte qua, della deliberazione della Giunta Comunale n. 1503 del 9 novembre 2023 del Comune di Milano, avente ad oggetto “linee d’indirizzo per l’attivazione, in via temporanea e sperimentale, di misure riguardanti l’esercizio dell’attività di conducente aggiuntivo per conto di titolari di licenza taxi (cd. seconda guida) e per l’indizione di un concorso straordinario per il rilascio, a titolo oneroso, di nuove licenze da assegnare ai soggetti in possesso dei requisiti stabiliti dall’art. 6 del-la L. n. 21/1992, in coerenza con quanto stabilito dall’art. 3 c. 2 del D.L. n. 104 del 3 agosto 2023 convertito con Legge n. 136/2023”.

Il nostro scopo è che sia applicata la legislazione vigente qualora si intendano rilasciare nuove licenze e che, per l’effetto, sia tutelata la nostra categoria.

È evidente, infatti, come il Comune di Milano abbia palesemente disatteso il decreto-legge n. 104/2023, quantificando un contributo per il rilascio delle nuove licenze (da destinarsi – per legge – a ognuno di noi) inferiore di circa il 50% (se non anche di più, a causa di scontistiche assurde) rispetto all’attuale valore di mercato delle licenze stesse. Tale decisione – avallata incredibilmente anche dall’Autorità di Regolazione dei Trasporti – costituisce una evidente violazione di legge e mina l’intero bilanciamento del sistema per superare l’emergenza trasporti ideato da Governo e Parlamento nell’estate scorsa.

Sia chiaro: le scriventi non operano una valutazione tipo politico in questa sede; né giudicano la correttezza o meno dell’operato del Legislatore; bensì si limitano a chiedere che l’Amministrazione Comunale di Milano applichi la legge (e non solo la parte della legge che più le conviene).

Per tali ragioni siamo fiduciosi che il Tar Lombardia corregga l’operato del Comune e lo riporti nei binari che la normativa impone.

TAM – S.A.Ta.M – UNIONE ARTIGIANI DELLA PROVINCIA DI MILANO – Radiotaxi 024040 -Radiotaxi 028585

AVVISO AI SOCI

SI AVVISANO TUTTI GLI ASSOCIATI CHE A PARTIRE DAL 8 GENNAIO 2024 PER TUTTE LE OPERAZIONI DI SPORTELLO BISOGNERA’ RECARSI PRESSO GLI UFFICI DEL PRIMO PIANO.